ANTICO BORGO

ANTICO BORGO

ANTICO BORGO di SIMIONE GIOVANNI & C. snc: E’ rinomata per la sua squisita pizza cotta nel forno a legna, secondo la tradizionale ricetta napoletana, alta e soffice.

La Stalla

La Stalla

La Stalla è un graziosissimo ristorante che nasce dall'originale restyling di un vecchio fienile nella campagna ferrarese.

Al Passatore

Al Passatore

Il locale nato nel lontano 1973 propone alla sua clientela, in un ambiente caloroso e tranquillo, una vasta scelta di piatti tradizionali;

La Stazione

La Stazione

Nasce nel 1983 il nuovo Ristorante Pizzeria La Stazione.

Da Mario

Da Mario

Il ristorante Da Mario è collocato nel centro storico di Matera e nasce nel 1951.

Il Molinetto

Il Molinetto

  Questa e’ la storia della famiglia Ricci che da due generazioni trasforma la sua passione per la cucina romagnola in arte.

Il Mulino

Il Mulino

Il Mulino non è solo ristorante ma anche pizzeria con forno a legna.

  
  ... seguici anche su    fb       youtube

frittataLa frittata è fatta! E’ un’espressione che indica che ormai quel che fatto è fatto, non si può più tornare  indietro. Ma se leggete attentamente e procedete per gradi voi non avrete bisogno di cucinarla due volte questa gustosissima frittata di melanzane e cipolle.

STAGIONE

autunno



INFORMAZIONI

4 persone

Difficoltà media

Preparazione 20 minuti

Cottura 40 minuti

INGREDIENTI

6 uova

2 melanzane piccole

2 cipolle

2 spicchi d’aglio

2 cucchiai di olio d’oliva extravergine

Sale e pepe

Parmigiano reggiano

PREPARAZIONE

Spellate, lavate e tagliate a tocchetti le melanzane. Salatele e fatele spurgare per 30 minuti in uno scolapasta, quindi lavatele e asciugatele su carta assorbente da cucina. Mondate le cipolla, tritale finemente e friggetele nell’olio fino a quando non saranno appassite e dorate. Aggiungete le melanzane e l’aglio sbucciato e pestato e fate cuocere il tutto per circa 20 minuti, versate anche un bicchierino di cognac e lasciatelo evaporare. Sbattete le uova, insaporirle con sale, pepe e parmigiano, poi aggiungetele con la padella ancora sul fuoco. Per 10 minuti fate cuocere a fuoco molto basso, fino a quando le uova non si saranno rapprese in superficie. Capovolgete la frittata su un piatto, fatela scivolare nuovamente nella padella e cuocete per altri 5 minuti. Servite la frittata di melanzane e cipolle ben calda.

Algise

Condividi con...

Cerca nel sito...

MagicLand con noi!

Approfitta del nostro sconto esclusivo!!!
180X300

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Il casatiello detto anche tortano è una preparazione pasquale appartenente alla tradizione napoletana, a mio avviso il re delle pizze rustiche; famosissimo insieme alla mitica pastiera napoletana, è usanza consumarlo il giorno di Pasqua inserendolo [...]
La pasta fredda, un vero must dell’estate, sempre gradita da preparare condita a piacimento.Ma con un unico imperativo gli ingredienti devono essere freschi e leggeri.                   STAGIONE Primavera, [...]
Insieme ai Natalin, ossia i maccheroni, i ravioli alla genovese hanno da sempre aperto il pranzo di Natale ligure.
La cucina altoatesina è veramente ricca.
Cucinare è il vostro hobby preferito?
Non riesco a resistere dall’acquistarli quando vedo questi funghi,stavolta ho voluto sposarli al bianco Fiano di Avellino,e come se non bastasse l’ho voluto accompagnare da un piccolo assaggio di Castelmagno in fonduta,le noci tritate hanno fatto il [...]
Se il vegetarianismo è la vostra religione alimentare o se avete amici fedeli a questo tipo di regime alimentare, quella di seguito è una ricetta d’appuntare.
Questa pasta può essere preparata un giorno prima e lasciata in frigorifero fino al momento di gratinarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola. è [...]
Un antipasto sfizioso e saporito.
Questa pietanza, a seconda del proprio gusto, può essere consumata come primo piatto, ma anche come secondo.
In Friuli Venezia Giulia il pranzo di Natale ha come protagonista oltre alla trippa, la brovada e muset, una zuppa di rape e cotechino.
Quest’anno le castagne si sono ammalate, colpa di un virus.
Sua maestà il pomodoro ha infiniti impieghi in cucina.
Da giugno a settembre onnipresenti sui banconi del marcato, gli ultimi di ottobre sono altrettanto gustosi.
A Novembre le vostre tavole saranno abbellite e gustose con questo prezioso “fiore d’inverno” il radicchio.
E’ un piatto tipico della Val d’Aosta, spesso proposto durante le festività natalizie.
Contiene zero grassi e pochissime calorie.
La Boscaiola è una ricetta saporita e nutriente, oltre ad essere rustica e semplice.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)