PINTERRE'

PINTERRE'

Il ristorante prepara ottime specialità marinare e la vera pizza napoletana, cotta in forno a legna.

Quiri, un'oasi nel cuore del Molise

Quiri, un'oasi nel cuore del Molise

A Vinchiaturo, piccola città molisana a pochi chilometri da Campitello Matese e Campobasso, ha aperto da poche settimane il ristorante “Il Quiri”, gestito dal napoletano Massimo De Chiara...

Il Vigneto a Gragnano, dove si uniscono mare e terra

Il Vigneto a Gragnano, dove si uniscono mare e terra

Mare e terra che si uniscono lungo i tornanti dei Monti Lattari, un po' più su del Golfo di Castellammare di Stabia. L'agriturismo “Il Vigneto” di Gragnano è diventato una tappa obbligata...

Partenope

Partenope

Il Ristorante Pizzeria Partenope di Ferrara è nato nei locali rinnovati dello storico Canasta.

Villa dei Principi, sulla riviera di Ulisse una passeggiata tra antico e moderno

Villa dei Principi, sulla riviera di Ulisse una passeggiata tra antico e moderno

C’è un luogo, incastonato nella pittoresca “riviera di Ulisse”, la costa della provincia di Latina, che sembra stia lì proprio per offrire ai moderni viaggiatori un meritato e degno...

Ariosteria

Ariosteria

Il ristorante Ariosteria, pur se cambiato, ha mantenuto i sapori della cucina tipica della terra in cui si trova, l’Emilia-Romagna.

La Braceria

La Braceria

Hostaria La Braceria è un locale originale, ricavato in un capannone.

  
  ... seguici anche su    fb       youtube

treA Vinchiaturo, piccola città molisana a pochi chilometri da Campitello Matese e Campobasso, ha aperto da poche settimane il ristorante “Il Quiri”, gestito dal napoletano Massimo De Chiara insieme al fratello Luigi. Si tratta di una ampia struttura sita in Località Santa Maria Strada provinciale 52, che comprende una piscina e un parco giochi all’aperto per i più piccoli. All’interno, l’ampia sala accoglie ogni giorno, e specialmente nei fine settimana, decine di appassionati della buona tavola, per una giornata all’insegna della gastronomia e del relax.

due
“Già in passato io e mio fratello avevamo avuto esperienze come gestori di ristoranti, spesso in partenariato con altri soci”, spiega Massimo De Chiara, che a Napoli si occupa di compravendita di immobili. “Poi tre anni fa abbiamo notato a Vinchiaturo questa struttura da ristrutturare. Pensammo che sarebbe diventata una location simpatica, così l’abbiamo messa a punto e i riscontri, in queste prime settimane, sono già stati molto positivi”.
La struttura è stata realizzata tre anni fa, “ma per impegni di lavoro l’avevamo data in gestione ai privati”. Lo scorso inverno, quindi, i fratelli De Chiara hanno maturato l’intenzione di gestirla direttamente. “Abbiamo inaugurato il 18 maggio. Ammetto che la location un po’ ci penalizza perché la strada non è molto trafficata ed è un po’ difficile da trovare, ma lo scenario è da togliere il fiato: affacciamo su un torrente e abbiamo una piscina usufruibile”.
Il ristorante offre ai clienti piatti tipici del Molise e della Campania. “Sappiamo che la richiesta è variegata. In passato, infatti, abbiamo gestito un ristorante a Pozzuoli a base di pesce che poi abbiamo dato in gestione, quindi un altro ristorante a Campobasso (venduto) prima del Quiri. Offriamo – continua De Chiara - un menu stagionale. Nel momento in cui pensiamo e prepariamo i piatti da far gustare alla nostra clientela, teniamo sempre presente quali sono i vegetali della stagione, per evitare piatti non freschi. Specialità di pesce? Solo squattrou ordinazione, perché lo portiamo direttamente da Napoli e non vogliamo tenerlo in frigo per troppi giorni”. Infine, una particolarità: il Quiri è l’unico ristorante a produrre all’interno della struttura il pane, che così arriva sempre fresco in tavola, domeniche comprese.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Algise

Condividi con...

Cerca nel sito...

MagicLand con noi!

Approfitta del nostro sconto esclusivo!!!
180X300

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Questi deliziosi stuzzichini si conservano ottimamente in frigorifero per 3-4 giorni circa. Gustarli ben scaldati nel forno. In alternativa possono anche essere congelati, per essere tirati fuori all’occorrenza. Metterli, ancora congelati nel forno a 200°C per il [...]
Il radicchio considerato anche come “il fiore che si mangia” ha un sapore amarognolo, ma delicato.
E’ un piatto tipico della Val d’Aosta, spesso proposto durante le festività natalizie.
La cultivar majatica ha drupe piuttosto grandi, con il nocciolo piccolo rispetto alla massa della polpa, caratteristica fondamentale per un’infornatura ideale, che richiede olive a maturazione piena, consistenti e di grandi dimensioni.
Insieme ai Natalin, ossia i maccheroni, i ravioli alla genovese hanno da sempre aperto il pranzo di Natale ligure.
Le noci ricche di omega-3, calcio, magnesio, acido folico e antiossidanti oltre ad essere un toccasana per i diabetici, perché a bassissimo indice glicemico, renderanno la vostra pelle più bella.
Dal 1998 i maccheroncini di Campofilone sono stati riconosciuti come prodotto tipico-tradizionale della regione Marche con decreto legislativo n.173.
Un sugo che si ispira alla famosa insalata caprese, composta di mozzarella, pomodori, olio d’oliva e origano.
Un piatto di carne facile da fare ed adatto ai bambini se preparato con un sugo semplice.
Sua maestà il pomodoro ha infiniti impieghi in cucina.
Forse non tutti sanno che le seppie, come le vongole e le cozze, sono dei molluschi ma prive del guscio esterno. Il loro liquido scuro e denso è molto usato in cucina. La seppia, infatti, è molto apprezzata come ingrediente principe di molte ricette del [...]
Gli amanti della millefoglie dolce non potranno non apprezzare ed essere conquistati da questa variante salata.
Questa pasta può essere preparata un giorno prima e lasciata in frigorifero fino al momento di gratinarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola. è [...]
Un primo piatto “povero” della cucina toscana, dall’origine certamente contadina.
La zucca è buona e nutriente.
Sulla tavola di Natale imbandita a festa a Roma non può mancare la portata costituita dalle puntarelle.
Questa di seguito è la ricetta per preparare una cotoletta speciale.
Presente in particolar modo nella cucina veneta, la salsa di cren è amata dagli estimatori dei sapori forti e decisi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)