La Porta Verde

La Porta Verde

La Porta Verde cucina piatti tradizionali e piatti dal tipico gusto mediterraneo con menta e curry. 

Margutta

Margutta

Il Margutta RistorArte nasce nel 1979, dall’idea di Claudio Vannini che decide di fondare il primo circolo di cultura vegetariana provando a trasmettere ai suoi ospiti, attraverso il piacere del...

Ai Cappuccini

Ai Cappuccini

Ai Cappuccini è un ristorante di nuova apertura;

San Cristoforo

San Cristoforo

L'Agriturismo San Cristoforo è un'antica dimora del 1586, sorge nella quiete delle vigne e degli ulivi di Galluccio, all'ombra di querce secolari nei pressi del Parco di Roccamonfina.

La magia di Zi Lello

La magia di Zi Lello

Fa parte della storia della cittadina alle falde del Monte Faito, nota per le sue acque e, altrettanto nota, per le sue “magie” preparate con ingredienti semplici, popolari: il latte e il...

L'Archibugio

L'Archibugio

  L'ospitalità e la genuinità della cucina sono le caratteristiche con le quali l'Archibugio si segnala nel settore della ristorazione a Ferrara, offrendo un servizio articolato che, per la...

La Bicocca

La Bicocca

Il ristorante , presente sul mercato da 20 anni, è un locale caldo e accogliente, perfetto per trascorrere una piacevole serata con gli amici.

  
  ... seguici anche su    fb       youtube

minestronevirtuQuesta pietanza abruzzese si ricollega ai riti propiziatori e pagani. Le virtù alle quali si riferisce il nome sono quelle richieste ad una donna avvezza alla gestione del focolare domestico. La ricetta canonica prescrive la presenza di sette diversi ingredienti: 7 legumi secchi, 7 legumi freschi, 7 condimenti, 7  qualità di carne, 7 qualità di pasta e 7 chicchi di riso. La minestra dovrà cuocere per ben 7 ore.

STAGIONE

Inverno

INFORMAZIONI

4 persone

Preparazione 1h e 15 minuti

Cottura 7 ore

INGREDIENTI

150 gr pasta mista o pasta all’uovo

70 gr di prosciutto crudo

1 piedino ed un orecchio di maiale

350 gr di fave e piselli freschi

Un poco d’indivia

Alcune foglie di biete

Un gambo di sedano

2 carote

3 cipolle

Un poco di maggiorana

Un poco di mentuccia fresca

Prezzemolo

100 gr di spinaci

3 pomodori maturi

Pecorino grattugiato

1 spicchio d’aglio

20 ml di olio extravergine d’oliva

150 gr di fagioli, ceci e lenticchie secche

Pepe

Sale

PREPARAZIONE

Iniziate a preparare un trito con la cipolla, l’aglio, il prosciutto, il pomodoro e fatelo appassire con l’olio in una pentola a pressione aperta. Quando incomincia a colorirsi, unite tutti gli altri ingredienti elencati, avendo precedentemente ammollato i legumi in acqua fredda per circa 12h. Aggiustate di sale e pepe. Chiudete la pentola a pressione e cuocete per una mezz’ora. Trascorso il tempo, aprite la pentola ed estraete il piedino e l’orecchio di maiale, tagliateli a pezzetti, poi rimetteteli in pentola, portate ad ebollizione e buttate la pasta. Portatela a cottura, unite abbondante pecorino, regolate di sale e pepe, mescolate il tutto e servite a tavola.

Algise

Condividi con...

Cerca nel sito...

MagicLand con noi!

Approfitta del nostro sconto esclusivo!!!
180X300

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Un piatto interamente siciliano.
Un ragù reso ancora più gustoso dalla presenza delle salsicce e dei funghi.
Contiene zero grassi e pochissime calorie.
Dal 1998 i maccheroncini di Campofilone sono stati riconosciuti come prodotto tipico-tradizionale della regione Marche con decreto legislativo n.173.
Da giugno a settembre onnipresenti sui banconi del marcato, gli ultimi di ottobre sono altrettanto gustosi.
Presente in particolar modo nella cucina veneta, la salsa di cren è amata dagli estimatori dei sapori forti e decisi.
Una ricetta catanese che deve il suo nome alla celebre opera lirica del catanese Vincenzo Bellini “La Norma”.
Una combinazione saporita quella del pesce persico e i funghi.
Una ricetta napoletana doc è senz’altro quella delle Melanzane a Scarpone (Mulignan a’ Scarpon).
Insieme ai Natalin, ossia i maccheroni, i ravioli alla genovese hanno da sempre aperto il pranzo di Natale ligure.
Un primo piatto “povero” della cucina toscana, dall’origine certamente contadina.
La ricetta riportata di seguito è una rivisitazione di quella mantovana.
Un gustoso primo piatto costituito da due degli ortaggi di stagione più utilizzati e versatili. Chi ama la naturalità degli ingredienti può cimentarsi nella preparazione della besciamella  oppure sostituirla con dei [...]
Un primo vegetariano che accontenterà anche gli ospiti più animalisti.
Voglia di mediterraneo? Niente di meglio che un bel risotto magari da gustare freddo e come piatto unico di ritorno da una lunga giornata di mare.
La frittata è fatta! E’ un’espressione che indica che ormai quel che fatto è fatto, non si può più tornare  indietro.
Una delizia per il palato questa variante della Carbonara classica.
Una ricetta che profuma d’autunno quella che vi proporrò di seguito.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)