The Kitchen

The Kitchen

Il Ristorante  è, a partire dal 2001, il prototipo del mix di pizzeria e ristorante di Milano.

Due Torri

Due Torri

Dopo il terremoto del 1980, nasce a Potenza, in un'antica torre aragonese nel centro storico della città, il Ristorante Due Torri  e subito diventa  un punto di riferimento sul...

Quintana Roo

Quintana Roo

Quintana Roo è un locale caratteristico, ideale per cenare gustando le squisite pizze oppure piatti caldi tipici della cucina abruzzese.

Pizza Pazza

Pizza Pazza

Pizza Pazza è una pizzeria ma anche un ristorante storico che vanta un'esperienza di quasi cinquant'ann: il locale aprì infatti nel lontano 1968. 

FRAIESE

FRAIESE

  Un locale moderno, elegante e raffinato dove poter gustare tutto il gusto inconfondibile del pesce fresco.

Tira...baralla

Tira...baralla

Il Ristorante Pizzeria Tira...baralla è un antico ritrovo dei più autentici sapori toscani.

Il Vigneto a Gragnano, dove si uniscono mare e terra

Il Vigneto a Gragnano, dove si uniscono mare e terra

Mare e terra che si uniscono lungo i tornanti dei Monti Lattari, un po' più su del Golfo di Castellammare di Stabia. L'agriturismo “Il Vigneto” di Gragnano è diventato una tappa obbligata...

  
  ... seguici anche su    fb       youtube

carbonataE’ un piatto tipico della Val d’Aosta, spesso proposto durante le festività natalizie. Una ricetta laboriosa e sostanziosa, composta di carne stufata a lungo, con aggiunta di vino, verdure ed aromi, spesso la si serve accompagnata con polenta calda e cipolline stufate.

STAGIONE

Inverno

INFORMAZIONI

4 persone

Difficoltà media

Preparazione 20 minuti

Cottura 2 h marinatura

INGREDIENTI

80 gr di lardo salato

1kg di polpa di manzo magro

1 bottiglia di pinot nero della val d’Aosta o Barbera o Nebbiolocipolla

2 belle cipolle chiare

1 mazzetto di erbe aromatiche assortite

2 spicchi d’aglio

1 cucchiaino di bacche di ginepro

4 chiodi di garofano

Sale e pepe di mulinello

PREPARAZIONE

Tagliare la carne a bastoncini di circa 1 cm x 4 e raccoglietela in una ciotola. Unirvi i chiodi i garofalo, le bacche, l’aglio e le erbe legate a mazzetto e bagnate nel vino. Coprite la ciotola e lasciate marinare la carne in frigo per alcune ore o per tutta la notte. Trascorso questo tempo, sgocciolatela e tamponatela con della carta assorbente. Fate spumeggiare il burro in un tegame a fondo pesante e fate soffriggere dolcemente il lardo, tagliato in dadini minuscoli insieme al mazzetto di aromi ben asciugato. Quando il lardo sarà ben fuso, infarinate leggermente i bastoncini di carne,alzate la fiamma e fateli rosolare. Quando risulteranno coloriti con la schiumarola toglieteli e versate nel tegame la cipolla a dadini. Mescolate spesso, quando la cipolla sarà colorata, rimettete la carne e aggiungete abbondante sale e pepe. Mescolate ancora e dopo un altro minuto di fuoco vivace, bagnate la carne con 1/3 del vino rimasto dalla marinatura, filtrato. Quando riprende l’ebollizione, abbassare la fiamma e proseguire la cottura, senza coperchio, per circa un’ora e mezzo, continuando ad aggiungere, poco per volta, altro vino. La carne alla fine dovrà essere tenera e con un sugo abbondante, scuro e ristretto il giusto.

Algise

Condividi con...

Cerca nel sito...

MagicLand con noi!

Approfitta del nostro sconto esclusivo!!!
180X300

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Un piatto di carne facile da fare ed adatto ai bambini se preparato con un sugo semplice.
Questi cannelloni, sono una ricetta tradizionale della Campania, molto cucinata nel periodo di Ognissanti.
La rivisitazione autunnale della classica bolognese è strepitosa.
Ha il sapore dell’autunno questo secondo di carne e funghi.
Per festeggiare un’occasione speciale non c’è niente di meglio che un buon piatto di lasagne.
Come stuzzicante aperitivo per 4 persone, tagliare gli involtini a rondelle e servirli con una manciata di timo. Si possono anche preparare un giorno prima e lasciarli in frigorifero fino al momento di gratinarli.   STAGIONE Marzo, aprile, [...]
La Boscaiola è una ricetta saporita e nutriente, oltre ad essere rustica e semplice.
Questo piatto è molto gustoso , ma anche delicato.
Il Natale si avvicina e sulla tavola in Emilia Romagna non può mancare il primo piatto costituito dai passatelli, un formato di pasta a base di uova e pangrattato dalla particolare forma cilindrica.
Questi cannelloni, sono una ricetta tradizionale della Campania, molto cucinata nel periodo di Ognissanti.
La rivisitazione autunnale della classica bolognese è strepitosa.
La zucca è buona e nutriente.
Una ricetta d’autunno, dopo l’afa estiva e con l’arrivo dei primi temporali, vien voglia di gustare qualcosa di caldo per temprarsi un po’.
Protagonista dell’autunno e di ottobre è senz’altro la zucca.
Dal 1998 i maccheroncini di Campofilone sono stati riconosciuti come prodotto tipico-tradizionale della regione Marche con decreto legislativo n.173.
E’ un piatto tipico della Val d’Aosta, spesso proposto durante le festività natalizie.
Forse non tutti sanno che le seppie, come le vongole e le cozze, sono dei molluschi ma prive del guscio esterno. Il loro liquido scuro e denso è molto usato in cucina. La seppia, infatti, è molto apprezzata come ingrediente principe di molte ricette del [...]
Ha il sapore dell’autunno questo secondo di carne e funghi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)