Don Alfonso

Don Alfonso

Il Ristorante Pizzeria Don Alfonso offre un ambiente ospitale e familiare vi accoglierà per proporvi piatti nazionali e locali preparati al momento per voi.

La Gioconda

La Gioconda

La Gioconda è un ritrovo accogliente, dove poter gustare innumerevoli piatti di una cucina delicata, frutto di un'accurata ricerca di ingredienti che si uniscono tra loro per esaltare e deliziare...

La Duchessa

La Duchessa

Il ristorante pizzeria La Duchessa è un locale caratteristico nel suo genere, adatto anche per il dopo teatro.

Il Patriarca

Il Patriarca

L'ambiente familiare e al contempo elegante vi farà sentire come a casa vostra, con l'aggiunta di quei comfort che soltanto un ristorante sa regalarvi.

La Tradizionale

La Tradizionale

Il nostro ristorante è nato da una ex fabbrica in disuso.

I Gemelli diversi

I Gemelli diversi

Ristorante Pizzeria I Gemelli diversi è un locale a gestione familiare a ridosso del centro di Modena.

Da Ciro (2)

Da Ciro (2)

Presso il ristorante Da Ciro, potrai gustare tutti i piatti tipici della tradizione culinaria ferrarese, in particolare potrai avvalerti di un menù ricco, dove tra le tante preparazioni spiccano...

  
  ... seguici anche su    fb       youtube

melanzanescarponeUna ricetta napoletana doc è senz’altro quella delle Melanzane a Scarpone (Mulignan a’ Scarpon). Non sono un piatto leggero e nemmeno rapido, ma sono paradisiache.

STAGIONE

Tutte preferibilmente i periodi delle melanzane

INFORMAZIONI

4 persone

Difficoltà media

Preparazione 60 minuti

INGREDIENTI

6 melanzane napoletane

4 pomodorini del piennolo o cieliegini  freschi

1 spicchio d’aglio

1 manciata di capperi dissalati

1 manciata di olive nere di Gaeta snocciolate

Basilico

Pepe

Olio extravergine di oliva

La mollica del pane raffermo

100 gr di scamorza affumicata o fior di latte

Pecorino grattugiato

Qualche acciughetta

PREPARAZIONE

Lavare bene le melanzane, spuntarle e tagliarle a metà nel senso della lunghezza. Scavarle al centro togliendone la polpa e riponendola a parte. Quest’ultima poi sarà tagliata a dadini e fritta. In abbondante olio per friggere caldo da entrambi i lati friggere le melanzane, scolarle e metterle ad asciugare dell’olio in eccesso su carta assorbente da cucina. Nello stesso olio friggete pure i dadini di polpa, dorateli. Poi con una schiumarola toglieteli e metteteli su carta assorbente. In una padella a parte con olio d’oliva imbiondite uno spicchio d’aglio, i pomodorini, le olive, i capperi e lasciateli sul fuoco per 10 minuti. Nel contempo, tagliate a pezzi la scamorza. Togliete il sughetto dal fuoco e aggiungetegli la polpa, il pecorino grattugiato e la scamorza, amalgamando bene. Rivestite una teglia di carta forno e disponetegli le melanzane riempite fino all’orlo del composto più un’acciughetta, se fosse di vostro gradimento, guarnite anche con la rimanente scamorza cruda e basilico fresco. Infine infornarle a 180° e regolatevi con la cottura, in base alle precedenti cotture effettuate le melanzane al forno sosteranno dai 5 ai 20 minuti. Una volta cotte, servirle calde o fredde il successo è ugualmente assicurato.

Algise

Condividi con...

Cerca nel sito...

MagicLand con noi!

Approfitta del nostro sconto esclusivo!!!
180X300

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Una combinazione saporita quella del pesce persico e i funghi.
Se il vegetarianismo è la vostra religione alimentare o se avete amici fedeli a questo tipo di regime alimentare, quella di seguito è una ricetta d’appuntare.
Una ricetta catanese che deve il suo nome alla celebre opera lirica del catanese Vincenzo Bellini “La Norma”.
Una ricetta d’autunno, dopo l’afa estiva e con l’arrivo dei primi temporali, vien voglia di gustare qualcosa di caldo per temprarsi un po’.
Presente in particolar modo nella cucina veneta, la salsa di cren è amata dagli estimatori dei sapori forti e decisi.
La zucca è buona e nutriente.
In Lombardia e in special modo nella città di Como dopo la messa di mezzanotte è tradizione mangiare la busecca.
Una ricetta napoletana doc è senz’altro quella delle Melanzane a Scarpone (Mulignan a’ Scarpon).
I mari circostanti l’isola di Procida offrono una grande varietà di pesce tra queste acque infatti non è difficile riuscire a catturare dei bei esemplari di pescatrice.Se si avesse la fortuna di soggiornare sull’isola d’Arturo poi il piacere sarebbe raddoppiato [...]
Un antipasto sfizioso e saporito.
Sulla tavola di Natale imbandita a festa a Roma non può mancare la portata costituita dalle puntarelle.
Questi cannelloni, sono una ricetta tradizionale della Campania, molto cucinata nel periodo di Ognissanti.
In Friuli Venezia Giulia il pranzo di Natale ha come protagonista oltre alla trippa, la brovada e muset, una zuppa di rape e cotechino.
Una combinazione saporita quella del pesce persico e i funghi.
Sulla tavola di Natale imbandita a festa a Roma non può mancare la portata costituita dalle puntarelle.
Questi cannelloni, sono una ricetta tradizionale della Campania, molto cucinata nel periodo di Ognissanti.
Questa pietanza abruzzese si ricollega ai riti propiziatori e pagani.
I cappelletti in brodo sono un piatto classico del Natale toscano e romagnolo e di altre occasioni festive, come la Pasqua.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)