Cultura: lingua italiana e cucina binomio vincente

Cultura: lingua italiana e cucina binomio vincente

(ASCA) - Perugia, 8 feb - ''La lingua italiana e le tradizioni culinarie di elevata qualita', sono un binomio che determina reciproci vantaggi.

Pizza World Show: a Parma partecipera' Associazione Verace Napoletana

Pizza World Show: a Parma partecipera' Associazione Verace Napoletana

(ASCA) - Roma, 20 gen - L'Associazione Verace Pizza Napoletana (Avpn) partecipera' al Pizza World Show, il primo appuntamento internazionale interamente dedicato alla filiera della pizza, in...

I Gemelli diversi

I Gemelli diversi

Ristorante Pizzeria I Gemelli diversi è un locale a gestione familiare a ridosso del centro di Modena.

Al Cristallo

Al Cristallo

 Al Cristallo offre una cucina di carne e di pesce in grado di soddisfare ogni esigenza, accompagnata da un'ampia cantina di vini.

La Griglia

La Griglia

Il Ristorante Pizzeria La Griglia di Modena vi accoglierà in un ambiente molto confortevole offrendo ospitalità, cortesia e tante specialità culinarie tipiche emiliane.

ANTICO BORGO

ANTICO BORGO

ANTICO BORGO di SIMIONE GIOVANNI & C. snc: E’ rinomata per la sua squisita pizza cotta nel forno a legna, secondo la tradizionale ricetta napoletana, alta e soffice.

Torna la serata dedicata al baccalà

Torna la serata dedicata al baccalà

A grande richiesta, ritorna la serata dedicata interamente all'arte del baccalà presso la Trattoria Scugnizzi (Via Caldieri 53/61). Mercoledì 17 aprile, a partire dalle ore 20.30, un menu...

  
  ... seguici anche su    fb       youtube

tiellaLa tiella gaetana è uno di quei piatti da provare almeno una volta; semplice nell’aspetto (non è altro che una focaccia farcita), è però in grado di soddisfare chiunque e al tempo stesso di saziare, essendo un tipico piatto unico. Ciò è dovuto al fatto che si può farcire a piacimento, ma naturalmente esiste una ricetta tradizionale, e con essa una sua storia.


La tiella ha origini antiche ed è un piatto diffuso in più regioni d’Italia: la nostra, “gaetana”, della città di Gaeta, pare sia il frutto di una contaminazione con la cucina pugliese, avvenuta quando nel 1508 il re Ferdinando di Borbone il cattolico diede inizio ai lavori di fortificazione della città, reclutando per l’occasione molti operai provenienti dalla Puglia, appunto. Da allora la tiella si è affermata sempre più come piatto locale e la sua fama sembra non conoscere declino, grazie anche alle infinità di “vere ricette” che circolano nelle famiglie di Gaeta e che ne mantengono viva la tradizione.
Qual è, dunque, la vera ricetta? Essa prevede una miscela di prodotti agricoli ed ittici, rigorosamente poveri, freschi e locali, come l’oliva di Gaeta, insieme ad alici, aglio, prezzemolo, peperoncino amaro, pomodori, olio, sale; per tradizione, va cotta in forno in teglie circolari, da cui prende il nome. Si possono usare anche cipolle, biete, polpi, calamari. Tra le varianti si segnalano quelle di carne e formaggi.
Come si prepara? Per la pasta cresciuta si usano acqua, farina (500 g), sale e lievito di birra (20 g), poi essa va lavorata e divisa in due. La parte inferiore si mette sulla teglia, poi si mettono gli ingredienti e si richiude il tutto con lo strato rimasto di pasta; infine, si cuoce per 45’ a 180°. 
Come ogni piatto che si rispetti, molti fattori ne influenzano la buona riuscita, come il dosaggio e la qualità degli ingredienti, la cottura, la lavorazione della pasta e anche un po’ di fantasia.
Ancora, tre regole sono fondamentali per mangiare la tiella: anzitutto essa va accompagnata dal vino, va mangiata con le mani e poi, per giudicare senza fallire la sua qualità, l’olio che contiene deve scorrere fino ai gomiti. Buon appetito!

Giuseppe Grasso

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Algise

Condividi con...

Cerca nel sito...

MagicLand con noi!

Approfitta del nostro sconto esclusivo!!!
180X300

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Dal 1998 i maccheroncini di Campofilone sono stati riconosciuti come prodotto tipico-tradizionale della regione Marche con decreto legislativo n.173.
Questa pasta può essere preparata un giorno prima e lasciata in frigorifero fino al momento di gratinarla. Ottima, se avanza, anche il giorno dopo, scaldata nel forno a 200°C per una decina di minuti. Se tende a scurirsi troppo coprirla con la carta stagnola. è [...]
Un primo vegetariano che accontenterà anche gli ospiti più animalisti.
Questo arrosto è ottimo anche il giorno dopo, affettato finemente e condito con olio, sale, pepe e qualche goccia di succo di limone. Perfetto anche con la maionese o la salsa tonnata. Volendo si può anche congelare, già affettato e porzionato. Si conserva così [...]
La Boscaiola è una ricetta saporita e nutriente, oltre ad essere rustica e semplice.
Contiene zero grassi e pochissime calorie.
Forse non tutti sanno che le seppie, come le vongole e le cozze, sono dei molluschi ma prive del guscio esterno. Il loro liquido scuro e denso è molto usato in cucina. La seppia, infatti, è molto apprezzata come ingrediente principe di molte ricette del [...]
Protagonista dell’autunno e di ottobre è senz’altro la zucca.
Un antipasto sfizioso e saporito.
Un contorno che per la sua ricchezza è adatto maggiormente alla stagione fredda.
Un primo piatto “povero” della cucina toscana, dall’origine certamente contadina.
Una ricetta d’autunno, dopo l’afa estiva e con l’arrivo dei primi temporali, vien voglia di gustare qualcosa di caldo per temprarsi un po’.
Le frittelle sono un piatto goloso e sfizioso, piace a tutti adulti e bambini.
I fichi, un frutto che ogni settembre non dovrebbe mancare sulle nostre tavole.
I mari circostanti l’isola di Procida offrono una grande varietà di pesce tra queste acque infatti non è difficile riuscire a catturare dei bei esemplari di pescatrice.Se si avesse la fortuna di soggiornare sull’isola d’Arturo poi il piacere sarebbe raddoppiato [...]
Forse non tutti sanno che le seppie, come le vongole e le cozze, sono dei molluschi ma prive del guscio esterno. Il loro liquido scuro e denso è molto usato in cucina. La seppia, infatti, è molto apprezzata come ingrediente principe di molte ricette del [...]
Non riesco a resistere dall’acquistarli quando vedo questi funghi,stavolta ho voluto sposarli al bianco Fiano di Avellino,e come se non bastasse l’ho voluto accompagnare da un piccolo assaggio di Castelmagno in fonduta,le noci tritate hanno fatto il [...]
I prodotti stagionali dell’orto vi strizzano l’occhio dai banchi del mercato, cedetegli e deliziatevi con un piatto unico e gustoso.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)