Pizza Pazza

Pizza Pazza

Pizza Pazza è una pizzeria ma anche un ristorante storico che vanta un'esperienza di quasi cinquant'ann: il locale aprì infatti nel lontano 1968. 

La Duchessa

La Duchessa

Il ristorante pizzeria La Duchessa è un locale caratteristico nel suo genere, adatto anche per il dopo teatro.

La magia di Zi Lello

La magia di Zi Lello

Fa parte della storia della cittadina alle falde del Monte Faito, nota per le sue acque e, altrettanto nota, per le sue “magie” preparate con ingredienti semplici, popolari: il latte e il...

Redibis

Redibis

Redibis è un ristorante pizzeria di Potenza che propone:

Rocking Horse

Rocking Horse

Il ristorante pizzeria ROCKING HORSE ama diffondere con passione la cultura del gusto.

Napoli rivive la tradizione della zuppa di cozze

Napoli rivive la tradizione della zuppa di cozze

Giovedì Santo da Scugnizzi al Vomero (Via Caldieri 53/61 - Napoli) si rinnova la tradizione napoletana della zuppa di cozze (a zuppa e' cozzeche). Il Giovedì Santo è infatti la giornata...

La Caravella

La Caravella

Il Ristorante la Caravella è situato sul lungomare di Pescara, a pochi passi dalla spiaggia, punto d'incontro per chi ama le specialità a base di pesce.

  
  ... seguici anche su    fb       youtube

FOTO VINOAppena pochi anni fa, come raccontano gli esperti il vino cinese era terribile! Ora non più, anche se l’industria è ancora nascente. L’industria del vino è esplosa in Cina solo negli ultimi anni. Le vinerie sono raddoppiate rispetto ad appena dieci anni fa e il paese è diventato il settimo produttore mondiale, sorpassando l’Australia e da quest’anno, comparendo per la prima volta nell’atlante mondiale del vino. Nella Repubblica Popolare Cinese dei nostri giorni, la classe media aumenta e con essa i consumatori.

FOTO VINO ITALIANO IN CINA

Nessuno si può permettere di ignorare un mercato di 200 milioni di potenziali consumatori. Già oggi, la Cina è il quinto paese al mondo per consumo di vino e la crescita è stimata al 15 per cento all’anno. A diffondersi c’è anche la cultura enologica. Si sentono i nomi dei primi sommelier cinesi e delle annate di vino locale che possono competere a livello internazionale. In sintesi, per quanto incontri innegabili difficoltà tecniche, il paese è grande e tante sono le regioni che hanno un suolo, un clima e un’altitudine adatta ai vigneti. Longsha Group del magnate cinese Li Dawei ( nella foto con il presidente Vincenzo Scancamarra e la giovane imprenditrice Xiao Jing) tra i tanti progetti di altissimo livello realizzati nella capitale cinese, ha conquistato per “vocazione” i numerosi esperti stranieri ed amici di passaggio nei “salotti di Pechino”, presentando un vino di tutto rispetto: Gold Mule Mills , nettare coltivato da uve selezionate e fatte crescere nei terreni più fertili ed incontaminati della Repubblica Popolare Cinese. Un gruppo, quello di Li Dawei, leader in Cina sia per le attività imprenditoriali di grossa caratura che porta avanti sia per l’avanguardia delle tecnologie utilizzate. Il Longsha Group, inoltre, riesce a formulare con successo diversi progetti di cooperazione internazionale con il nostro Paese e vede, in tale contesto, emergere, nettamente, per acume e proficuità il giovane imprenditore cinese Xiao Jian esperto conoscitore della nostra cultura e delle mediazioni ed integrazioni tra l’Italia e la Cina. Alcune cantine del Ningxia, del Liaoning e dello Xinjiang hanno già cominciato ad esportare in Gran Bretagna e negli Stati Uniti. Certo il mercato europeo sarà duro da conquistare, al momento i vini cinesi raggiungono l’estero solo come curiosità, ma non è detto che non trovino in futuro la forza di imporsi sul mercato internazionale. Il Popolo Cinese, ormai è risaputo, è determinato, operoso, silenzioso e lungimirante, sempre in grado di stupire. E lo farà sicuramente, anche con un buon vino rosso da mettere, quotidianamente, sulle nostre tavole. Spetta ora a noi, forti della tradizione e della esperienza millenaria nel settore della produzione e selezione dei migliori vini, affermarci con spirito di sana competitività e fratellanza nelle vinerie e nei locali di lusso delle spettacolari terrazze panoramiche dei grattacieli cinesi! E perchè no, renderci conto, con la visita di un esperto del settore, tra vigneti e cantine, di questo nuovo ed interessante fenomeno legato alla crescente ed apprezzabile produzione vinicola dello Stato più popolato del mondo.

 

Giuseppe Giorgio

Algise

Condividi con...

Cerca nel sito...

MagicLand con noi!

Approfitta del nostro sconto esclusivo!!!
180X300

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)

Una ricetta napoletana doc è senz’altro quella delle Melanzane a Scarpone (Mulignan a’ Scarpon).
Una delizia per il palato questa variante della Carbonara classica.
Il Natale si avvicina e sulla tavola in Emilia Romagna non può mancare il primo piatto costituito dai passatelli, un formato di pasta a base di uova e pangrattato dalla particolare forma cilindrica.
Una ricetta catanese che deve il suo nome alla celebre opera lirica del catanese Vincenzo Bellini “La Norma”.
Una ricetta che conquisterà i vostri ospiti soprattutto se vegetariani.
La prima volta che assaggiai le lingue di bue non ricordo quante ne mangiai….troppe ! Sono irresistibili queste delizie originarie di Procida, anche Elsa Morante e Alberto Moravia,che erano frequentatori dell’isola,erano soliti assaggiare questa delizia [...]
Un piatto di carne facile da fare ed adatto ai bambini se preparato con un sugo semplice.
Un primo vegetariano che accontenterà anche gli ospiti più animalisti.
La frittata è fatta! E’ un’espressione che indica che ormai quel che fatto è fatto, non si può più tornare  indietro.
Cucinare è il vostro hobby preferito?
Una ricetta che conquisterà i vostri ospiti soprattutto se vegetariani.
Questo piatto è molto gustoso , ma anche delicato.
Un piatto di carne facile da fare ed adatto ai bambini se preparato con un sugo semplice.
Il radicchio considerato anche come “il fiore che si mangia” ha un sapore amarognolo, ma delicato.
Questa di seguito è la ricetta per preparare una cotoletta speciale.
Questi deliziosi stuzzichini si conservano ottimamente in frigorifero per 3-4 giorni circa. Gustarli ben scaldati nel forno. In alternativa possono anche essere congelati, per essere tirati fuori all’occorrenza. Metterli, ancora congelati nel forno a 200°C per il [...]
Un primo piatto “povero” della cucina toscana, dall’origine certamente contadina.
A Novembre le vostre tavole saranno abbellite e gustose con questo prezioso “fiore d’inverno” il radicchio.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. (Informativa)